Un flashmob contro la miseria!

Roma, 17 ott. – Seduti e imbavagliati con in mano dei cartelli con le cifre drammatiche della poverta’ in Italia che ruba la speranza, la dignita’ e i diritti. In occasione della Giornata mondiale del Rifiuto della Miseria, una cinquantina di ragazzi di LIBERA e Rete della conoscenza hanno organizzato un flash mob all’entrata della stazione Termini di Roma per lanciare la campagna ’Miseria ladra’, di Gruppo Abele e LIBERA”, alla quale anche la sezione italiana del Movimento ATD Quarto Mondo ha aderito. ’Miseria ladra’ e’ un cantiere aperto che ha gia’ trovato l’appoggio di oltre duecento associazioni e realta’ del sociale per chiamare e convocare alla mobilitazione su un problema che oggi tocca piu’ tragicamente e in misura crescente alcune fasce sociali, ma domani potrebbe riguardare una fascia piu’ ampia della popolazione generale. In un’Italia in cui sono 9 milioni e 563 mila le persone in condizioni di poverta’ relativa, cioe’ costrette a vivere con meno di 506 euro al mese. A questi si sommano 4 milioni e 814 mila persone che si trovano addirittura in poverta’ assoluta, condizione che raccoglie il 7% dei minorenni italiani”. Dopo il flashmob, i rappresentanti di Libera, del Gruppo Abele, di Rete della conoscenza e di numerose altre associazione hanno partecipato alla cerimonia serale attorno alla Lapide in onore delle vittime della miseria, sul sagrato della Basilica di San Giovanni in Laterano, organizzata dal Movimento ATD Quarto Mondo e dal Comitato promotore della Giornata Mondiale del Rifiuto della Miseria in Italia.

Flashmob di Libera per la campagna Miseria Ladra

documents

Flashmob 17X2013